Programma 2010

Mercoledì 8 settembre 2010 Trescore
Biblioteca: via Roma, 140 – ore 21.00
ER TRANQUILLANTE NOSTRO

Araucaima Teatro
Voce e canti Elena Borsato e Pietro Bailo, Chitarra Claudio Fabbrini

Il vino sfida la forza di gravità, scende allegro giù per il gargarozzo e poi vapora su, in alto verso gli anfratti bui del cervello. Lì, come un tranquillante rilassa e come un incantatore svela i pensieri cupi, le fantasie colorate d'amore e gli orrori da non poter raccontare. Il vino diventa gioco di parole, canto leggero, amaro racconto, fugace ironia e solitaria poesia. È senza fondo. Profondo nei messaggi deliranti. Vino, vivo cicerone dei ricordi e dei sogni dell'avvenire.

Giovedì 9 settembre 2010 – Gorlago
Parco Comunale: via Caniana [Sala civica Comunale: via Facchinetti, 1] - ore 21.00
BIBLIOTOMBOLA

Con Eugenio “Baci” Canton

La tombola come non l'avete mai vista. 60 numeri, 60 libri. Si estraggono libri anzichè numeri. Ovviamente si vincono… libri e, se sei sai qualcosa del libro estratto, puoi raddoppiare il premio! L'inconfondibile voce di Eugenio "Baci" Canton animerà la tombola raccontandoci curiosità su ogni libro estratto.

Venerdì 10 settembre 2010 – Villongo
Cortile Palazzo Municipale: via Roma, 41 [Salone Centro Polifunzionale: via Roma, 20] – ore 21.00
DINO BUZZATI: IL POSSIBILE E L'INAFFERRABILE

Atir Teatro
Voce recitante Stefano Orlandi, Violoncello: Caterina Cantoni

Sempre in bilico tra il possibile e l’inafferrabile, i racconti di Buzzati superano i limiti della realtà, fino a varcare i confini estremi dello spazio e del tempo. L’uomo è preda del mistero che accompagna il vivere e inevitabilmente è destinato a precipitare nel baratro di un mondo surreale e ostile. Storie sospese tra sogno e realtà raccontate con l’amara lucidità di chi sa vedere oltre il quotidiano.

Venerdì 17 settembre 2010 – Castelli Calepio
Biblioteca: via Roma, 20 – ore 21.00
SOLA ME NE VÒ

Araucaima Teatro
Voce e canti Ilaria Pezzera e Francasca Minutoli, Chitarra Angelo Bonfanti

La poesia della Merini, quella della Gualtieri e della Pozzi, la prosa di Franca Valeri e di Lella Costa, un racconto di Erri De Luca, le canzoni di Capossela, Paoli e Gabriella Ferri, il tutto a creare ordito e trama.
Ritratti femminili che si intrecciano e si osservano. La fatica e la leggerezza, il dolore, lo sgomento, la rabbia, i desideri, l’arme e gli amori, la testardaggine,
l’autoironia, il magonismo terminale, la sorellanza che forse é perfino più inquieta della fratellanza, “il talento delle donne sperdutamente amate, l’innocenza con cui puniscono per le cose mai avverate”.

Martedì 21 settembre 2010 – Costa di Mezzate
Comune: via Roma, 19 – ore 21.00
RAMAYANA

Compagnia Apsaras sacred performing arts

Monumentale opera della letteratura indiana, è un vero e proprio manuale di vita (individuale e collettiva) elaborato nella forma di una straordinaria narrazione epica, ricca di eventi tanto immaginifici quanto esemplari.

Mercoledì 22 settembre 2010 – Gorle
Biblioteca: via Marconi, 5 – ore 21.00
"NEL CUORE DEL PAESE”  DI JOHN MAXWELL COETZEE

Compagnia Brincadera

In una sperduta fattoria del Sudafrica, Magda, la protagonista di questo romanzo feroce e appassionato contempla la vita da cui è stata esclusa. Ignorata da un padre indifferente, disprezzata e temuta dalla servitù, è una donna intelligente e disillusa, la cui mansuetudine esteriore nasconde il disperato proposito di "non essere tra chi è stato dimenticato dalla Storia".

Giovedì 23 settembre 2010 – Palosco
Piazza Pertini [Biblioteca: via Papa Giovanni XXIII] – ore 21.00
"PAURA" DI EDGAR ALLAN POE

Scarlattina
Voci Giulietta De Bernardi e Alessandra Dell’Atti, Accompagnamento musicale: Paola Dusio

Viaggio multisensoriale in cui parole e musica si confondono in un mondo magico e dove la suspence è il filo conduttore. Il connubio vocale e musicale conduce lo spettatore in un'atmosfera rarefatta in cui egli può avvertire un sottile senso di paura, quel sentimento di pericolo e inadeguatezza che si avverte - come scriveva Baudelaire - in un luogo insolito e sconfinato

Sabato 25 settembre 2010 – San Paolo D'Argon
Centro Civico: via Delle Rimembranze, 41 – ore 21.00
“LA DONNA DI PORTO PIM E ALTRE STORIE DI MARE…” di Antonio Tabucchi

Voce Ferruccio Filipazzi, Suona Erminio Cella

“E se tu ti trattieni ancora un po’ e la voce non si incrina, stasera ti canterò la melodia che segnò il destino di questa mia vita. Non l’ho più cantata da trent’anni e può darsi che la voce non regga. Non so perché lo faccio, la regalo a quella donna dal collo lungo e alla forza che ha un viso di affiorare in un altro. E a te, italiano, che vieni qui tutte le sere e si vede che sei avido di storie vere per farne carta, ti regalo questa storia che hai sentito”

Mercoledì 29 settembre 2010 – Albano Sant'Alessandro
Biblioteca: Piazza Caduti per la Patria, 5 – ore 21.00
“IL PROFUMO" DI Patrick Suskind

Voce Giorgio Personelli, Interventi musicali Pier Frugnoli, Elettronica Daniele Ghisleri

Nel diciannovesimo secolo visse in Francia un uomo, tra le figure più geniali e scellerate di quell'epoca. Qui sarà raccontata la sua storia. Il suo genio e unica ambizione rimase in un territorio che nella storia non lascia tracce: nel fugace regno degli odori. Lettura sconsigliata alle persone con la puzza sotto il naso!

Giovedì 30 settembre 2010 – Grassobbio
Palazzo Belli (sala consiliare): via Roma, 46 – ore 21.00
NIENTE DI PERSONALE: LETTURE E CANZONI

Teatro Prova
Voce Walter Tiraboschi, Chitarra Amedeo Plebani

Un viaggio tra pensieri e canzoni, leggendo storie sull’Italia, sull’amore, sulle donne, sull’Europa; sorridendo, ma non troppo, indignandosi, ma non troppo, possibilmente riflettendo. Alcune canzoni scelte all’interno della scena del rock e del cantautorato italiano (da Rino Gaetano a Daniele Silvestri, da Celentano ai Marlene Kuntz) sosterranno e uniranno letture tratte dalle opere di autori come Giorgio Gaber, Erri De Luca, Boris Vian e altri. Un filo conduttore intricato, intrecciato, annodato, disordinato …
fastidioso? Scusate, niente di personale.

Venerdì 1 ottobre 2010 – Lovere
Centro Storico [Auditorium Villa Milesi: via Marconi c/o Municipio] – ore 21.00
"NOVECENTO" DI ALESSANDRO BARICCO

Atir Teatro
Voce recitante Stefano Orlandi, Pianoforte Paolo Mingardi

".... dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso" ".... Lui diceva: Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla". Lui l'aveva una... buona storia. Lui era la sua buona storia. Pazzesca, a ben pensarci, ma bella... E quel giorno me l'ha regalata. Perché ero il suo più grande amico.”

Sabato 2 ottobre 2010 – Chiuduno
Centro Anziani: via Rili, 5 – ore 21.00
“CORRENDO CON LE FORBICI IN MANO” DI AUGUSTEN BURROUGHS

Teatro Dionisi
Voci Renata Ciaravino e Carmen Pellegrinelli

“Da grande volevo diventare o un medico o una celebrità. L'ideale sarebbe stato fare la parte di un medico in una serie TV”. Uno sguardo lucido, quello di Augusten Burroughs. Racconta di quanti torti può subire un adolescente durante il suo percorso di crescita: una madre tutta sbagliata, che si rivolge a lui come se rispondesse a un'intervista televisiva; un padre che sogna di abitare vicino a una discarica; una seconda famiglia completamente andata, che gli risolve i problemi facendo la "pesca alla Bibbia". “Correndo con le forbici in mano” è una lezione di adattamento al mondo che ci circonda.

Giovedì 7 ottobre 2010 – Sarnico
Pinacoteca “G. Bellini”: via San Paolo, 6 – ore 21.00
“WALLACE: UNA SERATA DIVERTENTE CHE NON FARETE PIÙ”

Voci Walter Tiraboschi e Alan Poloni

Wallace, spettacolo che unisce la forma della lettura teatrale a quella dell’invito alla lettura, ci conduce all’interno dell’opera dello scrittore americano per suggerircene la bellezza, l’intensità, l’importanza. Tra un brano e l’altro, Wallace penetra nell’arte dell’autore cercando di capire la grandezza della sua scrittura e lo scintillio della sua intelligenza.

Venerdì 8 ottobre 2010 – Bagnatica
Sala Consiliare: Piazza Libertà, 1 – ore 21.00
“DON CHISCIOTTE” DI MIGUEL DE CERVANTES

Teatro Atir
Legge Maria Pilar Perez Aspa, Chitarra Massimo Betti, Canto Nicoletta Tiberini

Uno dei personaggi più conosciuti della letteratura mondiale, il sognatore, il riparatore di torti, il cavaliere della trista figura,  messo di fronte a un altro personaggio della letteratura: Amleto, attraverso le parole di Turgenev e dello stesso Cervantes.
Amleto, il dubbio, l’inanizione, Don Chisciotte il sogno, l’azione senza riflessione.
Cosa intercorre tra l“essere o non essere” e l’episodio dei mulini a vento? Perché Amleto ha paura di morire e Don Chisciotte non ha paura di vivere?